Tesori da scoprire

.

Attivi o spenti, la Sicilia ha 36 vulcani

vulcanistromboli

I più famosi li conosciamo tutti, l’Etna su tutti ma anche Stromboli e Vulcano. Quello che forse non sapete, è che attivi o spenti la Sicilia ha 36 vulcani. Avete letto bene, trentasei. Dove sono? Ve lo sveliamo raccontandovi di queste bellezze visibili e invisibili. Iniziamo elencando quelli visibili, alcuni attivi e la maggior parte inattivi, come Alicudi, Filicudi, Linosa, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli, Vulcano, Pantelleria (con l’isola effimera di Foerstner), Ustica. Poi ci sono quelli nascosti, sotto il pelo dell’acqua, e sono almeno altri 19 e sono i seguenti:

Aceste, Alcione, Anchise, Caesar, Drepano, Empedocle (che comprende il Banco di Graham con Ferdinandea, e i banchi Nerita e Terribile), Enarete, Eolo, Flavio Gioia, Glabro, Glauco, Lametini (1 e 2), Magnaghi, Marsili, Palinuro, Prometeo, Sisifo, Vavilov ed insieme a quelli prima nominati, arriviamo a contarne già 29.  Inoltre, a fine Luglio del 2019 è stata resa nota la notizia che a soli 7 chilometri dalla costa agrigentina, tra Sciacca e Capo Granitola, sono stati scoperti altri 6 componenti della ormai numerosa famiglia di vulcani sottomarini: Actea; Climene; Doride; Ianeira; Ianassa e Nesea e con la loro scoperta, siamo a quota 35 vulcani. Completiamo con il cosiddetto Vulcano di Capo Vaticano, e con esso siamo arriviamo a 36. Una vera meraviglia, non solo per geologi e appassionati ma anche per i siciliani che vivono circondati da sbuffi di lava e tremano insieme ai movimenti tellurici o passeggiano su vulcani spenti, ignari dell’immenso patrimonio naturistico che stanno calpestando.

Share with your friends

Powered by World

Copyright 2017 Baccoblog - Bacco S.r.l. p. iva: 04431250879 - Via Palermo, 47 95034 Bronte (CT) - info@baccosrl.com - Fax. 095 7724795
Tel. +39 095 7722865 - Privacy Policy | Cookie Policy

Torna alla pagina precedente