Tesori da scoprire

.

Etna Sud: il Rifugio Sapienza prima tappa alla scoperta del vulcano attivo più alto d’Europa

Chi pensa all’Etna come luogo di divertimento invernale, si sbaglia di grosso. Il vulcano attivo più alto d’Europa, nonché patrimonio dell’umanità, vi dimostrerà di essere meta di vacanze, escursioni e gite fuori porta in ogni stagione dell’anno e per motivi diversi. Ciò che possiamo confermare è che il primo approccio con “a’muntagna” parte di solito sempre dal versante sud, giungendo al Rifugio Giovannino Sapienza. Esso è un ex rifugio alpino situato a quota 1.910 metri s.l.m. nel territorio del comune di Nicolosi (CT). Costituisce di fatto la base della stazione sciistica di Etna Sud, posto al termine della strada che risale il versante sud-est dell’Etna dal catanese con gli impianti di risalita che dipartono al suo fianco con la Funivia dell’Etna. 

La costruzione venne decisa nel 1936 per sostituire la Casa Cantoniera che aveva funzionato, anche come rifugio, dalla fine del XIX secolo. I soci del C.A.I. di Catania decisero di costruire un nuovo rifugio da utilizzare dagli appassionati di alpinismo per le loro escursioni al cratere centrale dell’Etna e in inverno per la pratica dello sci alpino e di quello di fondo. Solo nel 1947 si giunse alla costruzione, quando una donazione del fratello del socio Giovannino Sapienza morto durante la Seconda guerra mondiale, consentì di avere a disposizione la somma occorrente. Il rifugio venne inaugurato il 14 dicembre 1947 e intitolato al socio scomparso in guerra e dalla cui famiglia era giunta la congrua donazione.

Il rifugio è il punto massimo di arrivo per le autovetture dirette al vulcano. Attraverso suggestivi sentieri oppure servendosi dei moderni impianti di risalita si possono raggiungere alcuni dei luoghi più significativi sull’Etna come i Monti Silvestri, Torre del Filosofo, la Montagnola e i crateri sommitali. Inoltre, il piazzale del rifugio ospita diverse strutture ricettive, commerciali e di ristorazione.

Dal Rifugio Sapienza partono le più belle ed affascinanti escursioni. Parcheggiando, con una breve passeggiata, sarete già in grado di ammirare i Monti Silvestri, ovvero dei grandi crateri ormai inattivi formatisi in seguito ad un’eruzione del 1892. Quello inferiore può essere visitato sia all’esterno che all’interno, mentre per raggiungere quello superiore, è necessario risalire a piedi. Dopo una sosta ad ammirare i Monti Silvestri, potreste ad esempio avventurarvi verso il percorso Rifugio Sapienza – crateri sommitali, per il quale si possono utilizzare gli impianti di telecabine. A circa 2.500 metri si arriva alla Montagnola, mentre ad oltre 3000 metri si raggiunge l’equivalente in quota del Rifugio Sapienza: Torre del Filosofo. Il rifugio, attivo sino a pochi anni fa, è stato completamente spazzato via dall’eruzione del 2013, che ha trasformato la zona in un paesaggio quasi di stampo lunare.

Diverse guide turistiche ed agenzie specializzate, organizzano giornalmente escursioni in jeep, in bici, trekking, quad, a cavallo e molte altre attività da poter svolgere in famiglia, con gli amici, con i bambini e, soprattutto, con tanta voglia di essere protagonisti di uno spettacolo chiamato: NATURA!

 

 

Share with your friends

Powered by World

Copyright 2017 Baccoblog - Bacco S.r.l. p. iva: 04431250879 - Via Palermo, 47 95034 Bronte (CT) - info@baccosrl.com - Fax. 095 7724795
Tel. +39 095 7722865 - Privacy Policy | Cookie Policy

Torna alla pagina precedente