Tesori da scoprire

.

I mosaici di Piazza Armerina – Patrimonio dell’umanità

Piazza Armerina, splendida città d’arte, vanta una lunga serie di monumenti importanti. Punto saliente della cittadina è la Villa Romana del Casale, risalente alla fine del IV sec. d.C. e appartenuta a una potente famiglia romana. Il Fascino della Villa Imperiale è dovuto soprattutto agli incantevoli mosaici, considerati i più belli e meglio conservati nel loro genere, tanto che Dal 1997 questa dimora fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Lo stile di vita del proprietario della casa viene celebrato da questa serie di mosaici e si manifesta in tutti gli ambienti della casa.

Quattro zone distinte sono state individuate tra i resti della villa: l’ingresso monumentale con cortile a ferro di cavallo; il corpo centrale della villa, costruito intorno ad una corte con giardino; una grande sala con tre absidi, preceduta da un colonnato ovoidale, intorno a cui sorgono diversi vani; il complesso termale.

La villa si sviluppa in 48 ambienti (circa 3500 metri quadri di superficie) ricoperti da mosaici in perfetto stato, forse eseguiti da maestri africani, che permettono di ripercorrere la storia del più grande fra gli Imperi, con le scene di vita quotidiana, le raffigurazioni di eroi e divinità, le scene di caccia e di giochi.

La Villa del Casale rappresenta dunque una fondamentale testimonianza per la comprensione della vita e della civiltà romana di cui ci offre, grazie alla perfetta conservazione degli ambienti e delle rappresentazioni musive, un inimitabile affresco.

La Villa continuò ad essere abitata anche In epoca bizantina e altomedievale (V-VII secolo) e nel periodo arabo-normanno (X-XII secolo) era ancora frequentata come emporio e centro agricolo. Tra il XIV e il XV secolo, dopo le devastazioni dei secoli precedenti, si costituì un nuovo centro agricolo denominato il Casale, da cui proviene l’odierna denominazione dell’area archeologica. A seguito di successivi danneggiamenti e alluvioni, e dei conseguenti smottamenti che coprirono molte zone del complesso, l’antico insediamento romano fu abbandonato definitivamente, fino a giungere ai nostri giorni.

Share with your friends

Powered by World

Copyright 2017 Baccoblog - Bacco S.r.l. p. iva: 04431250879 - Via Palermo, 47 95034 Bronte (CT) - info@baccosrl.com - Fax. 095 7724795
Tel. +39 095 7722865 - Privacy Policy | Cookie Policy

Torna alla pagina precedente