Arte e Storia

.Sicilia, culla del sapere e delle bellezze

Il museo a cielo aperto di Sicilia – La Fiumara d’arte

L’idea di cultura e arte, spesso è collegata all’epoca del barocco, del rococò, dei greci, romani, normanni. Insomma, storia antica che nulla ha a che vedere con l’arte contemporanea, fulcro del museo a cielo aperto di Sicilia, ovvero la Fiumara d’arte. Ci troviamo nei pressi di Tusa, in provincia di Messina, quando l’illuminato Antonio Presti nel 1982 incaricò lo scultore Pietro Consagra di realizzare un’opera in memoria del padre defunto. Dal 1986 si erge quindi ‘La materia poteva non esserci’, mastodontica scultura (18 metri di altezza) composta da due elementi paralleli in cemento armato che si staglia contro il brullo paesaggio. Seguirono negli anni le installazioni di diverse sculture, realizzate da artisti del contemporaneo italiano come Paolo Schivocampo, Tano Festa, e stranieri come Hidetoshi Nagasawa. Sorsero ‘finestre sul mare’, ‘barche d’oro’, ‘piramidi’, ‘labirinti’. E’ un vero e proprio museo senza limiti e pareti che offre scorci straordinari, tra le montagne e il mare in lontananza.

Rappresenta contemporaneamente la valorizzazione di una zona naturale attraverso la fusione di arte e natura e la possibilità di scoprire e godere di alcuni luoghi nascosti e poco conosciuti. Un itinerario che si svolge sia lungo la costa, sia nell’entroterra, attraverso le foreste ai confini tra i Nebrodi e le Madonie. E’ uno dei parchi artistici più vasti d’Europa e le sculture, molte di grandi dimensioni, sono dislocate nei territori orbitanti il letto del fiume Tusa (oggi torrente) – da cui il nome Fiumara – che un tempo arrivava sino all’antica città di Halaesa. Alla luce della mole sempre crescente di visitatori e curiosi, nel 1991 Antonio Presti decise di costruire e inaugurare a Castel di Tusa, un hotel che chiamò l’Atelier sul mare, in cui alcune stanze sono realizzate e decorate da uno o più artisti contemporanei, trasformandole in opere d’arte.

L’albergo è una sorta di museo abitabile, residenza per giovani artisti stranieri e italiani, spazio espositivo per artisti siciliani negli anni seguenti. La storia di questo albergo affascinante dove ogni opera d’arte diventa la propria temporanea dimora, si collega allo straordinario percorso della Fiumara d’Arte.

Share with your friends

Powered by World

Copyright 2017 Baccoblog - Bacco S.r.l. p. iva: 04431250879 - Via Palermo, 47 95034 Bronte (CT) - info@baccosrl.com - Fax. 095 7724795
Tel. +39 095 7722865 - Privacy Policy | Cookie Policy

Torna alla pagina precedente