Tesori da scoprire

.

L’affascinante borgo di Marzamemi tra pietre e colori sgargianti

E’ uno dei luoghi più fotografati e condivisi, che ha ispirato racconti, storie e pellicole. L’affascinante borgo di Marzamemi tra pietre e colori sgargianti, si trova a pochi km da Noto. Cosa la rende estremamente bella e accattivante? La sua storia, è chiaro ma anche il suo presente, rivolto alla ricezione turistica e alla ristorazione. Il suo piccolo centro è composto da case in pietra gialla e arredamenti colorati. I ristoranti, infatti, usano riutilizzare vecchi utensili dei pescatori come reti, pezzi di barche e altri oggetti, per abbellire, decorare e perchè no, impreziosire i loro cortili e gli interni dei locali. La storia di questo piccolo paese, infatti, è segnata dalle vite dei pescatori simboleggiata dalla Tonnara di Marzamemi e dai due porticcioli, La Fossa e la Balata da dove in passato partivano le navi commerciali della Sicilia sud orientale. Grazie alla sistemazione della Tonnara da parte di principe di Villadorata nel 1752, il paese (che esisteva già nel corso dell’anno mille) iniziò a prendere vita. Nel 1752 infatti furono ultimate la costruzione del palazzo, della chiesa della tonnara, dedicata alla Beata Maria Vergine di Monte Carmelo, e delle casette dei marinai per opera dei baroni Calascibetta. Il nome Marzamemi deriva dall’arabo “Marsà al hamen” che significa “Rada delle Tortore”. Inoltre, data la sua vocazione marinara, il piccolo borghetto deve la sua fortuna anche a prodotti come la bottarga e la ventresca di tonno. Non solo passeggiate tra i vicoli che si affacciano sul mare ma anche spiagge che emanano profumo di Sicilia da ogni angolo.

Share with your friends

Powered by World

Copyright 2017 Baccoblog - Bacco S.r.l. p. iva: 04431250879 - Via Palermo, 47 95034 Bronte (CT) - info@baccosrl.com - Fax. 095 7724795
Tel. +39 095 7722865 - Privacy Policy | Cookie Policy

Torna alla pagina precedente